Laser e radiofrequenza della safena

Parliamo di varici quando le vene superficiali delle gambe diventano dilatate e tortuose, per ragioni che sono quasi sempre di origine ereditaria.

Questa malattia, molto diffusa nel sesso femminile, oltre a creare un problema estetico, può sviluppare sintomi come dolore, pesantezza e gonfiore alle gambe.

D’altra parte, sono sempre possibili complicazioni importanti, quali una tromboflebite superficiale o persino profonda.

La terapia delle varici degli arti inferiori è essenzialmente chirurgica, i farmaci, le creme e le stesse calze elastiche, possono fornire un certo beneficio, ma sempre in maniera transitoria e mai definitiva.

Tutto ciò è ancor più vero se pensiamo che oggi disponiamo di tecniche assolutamente mini invasive, eseguite in via ambulatoriale senza alcuna convalescenza.

Una di queste è rappresentata dal laser o radiofrequenza della safena.

A questo proposito, è stato ampiamente dimostrato che la dilatazione della vena safena, che decorre lungo tutta la gamba, dall’inguine alla caviglia, rappresenta la vera causa della malattia varicosa.

Operazione alle vene varicose

Se hai delle vene varicose alle gambe, anche se non causano disturbi, potrebbe essere il caso di considerare la possibilità di un intervento per la loro rimozione.

Laser e radiofrequenza della safena

Con le tecniche mininvasive oggi è possibile:

  • ridurre al minimo le recidive
  • prevenire le complicazioni, spesso importanti
  • intervenire in anestesia locale senza convalescenza e recupero immediato delle proprie attività lavorative
  • ottenere un ottimo risultato estetico mediante microincisioni a rapidissima guarigione
  • operare a qualsiasi età, là dove le condizioni generali lo permettano

Il Dott. Francesco Artale, angiologo e chirurgo vascolare, è stato uno dei primi specialisti in Italia e in Svizzera a realizzare una chirurgia mininvasiva e personalizzata delle varici attraverso la radiofrequenza della safena.

Cerchiamo ora di rispondere alle domande più frequenti che i pazienti fanno ai loro medici.

Quando operare le vene varicose?

Un trattamento chirurgico per le vene varicose è indicato quando un esame ecocolordoppler, eseguito da un Angiologo, dimostri una insufficienza delle vene superficiali, soprattutto della safena. Non bisogna aspettare l’insorgenza dei sintomi, perchè spesso si tratta già di una complicazione.

Come si svolge l’intervento alla vena safena?

In passato questa patologia veniva trattata con asportazione completa della vena safena mediante stripping, tecnica che risultava comunque invasiva e richiedeva almeno un giorno di ricovero.

Oggi l’intervento della vena safena viene realizzato attraverso tecniche mininvasive quali il laser e la radiofrequenza, che non necessitano di alcun ricovero, né di convalescenza.

Come funziona la radiofrequenza della safena?

Parliamo di una tecnica chirurgica mininvasiva, ambulatoriale, in anestesia locale e senza convalescenza.

Una sonda di piccole dimensioni viene introdotta, sotto controllo ecografico, all’interno della vena safena attraverso una piccola incisione di un millimetro, che non lascia alcuna cicatrice.

Il vaso viene quindi occluso mediante il calore prodotto dalla sonda, mentre tutti gli altri tessuti vengono protetti da una soluzione di anestetico iniettato a basse temperature.

Operazione della safena, laser o radiofrequenza?

Si tratta dei sistemi migliori di cui oggi disponiamo per eliminare la safena in maniera mininvasiva e guarire completamente la malattia varicosa.

La radiofrequenza si è dimostrata migliore, in termini di risultati e tolleranza del paziente, rispetto al laser.

Cosa succede se non si operano le varici?

Le varici si operano per la salute delle nostre gambe, anche se l’aspetto estetico è importante, soprattutto per le donne.

Ma la prevenzione delle complicazioni, spesso molto fastidiose e invalidanti, è fondamentale.

In conclusione, le tecniche per il trattamento chirurgico delle vene varicose sono oggi molto efficaci. Le recidive sono molto rare, se pensiamo alle tecniche di qualche anno fa. In particolare, la radiofrequenza della safena ha fornito negli ultimi anni una migliore qualità di vita ai nostri pazienti.

Consulta un angiologo o un chirurgo vascolare per valutare lo stato della tua circolazione venosa e trovare la soluzione migliore per risolvere definitivamente i tuoi problemi di varici alle gambe.

RICHIESTA DI INFORMAZIONI

Per ricevere ulteriori informazioni sui nostri servizi o per prenotare una consulenza, vi preghiamo di compilare il modulo qui presente.